Lunetta Gamberini, uno dei parchi pubblici di Bologna




Ecologia e salute | Diego Musiani | 3 dicembre 2010 alle 01:00

LunettaGamberini_satellite_googleMapsCari utenti e lettori , questa raffigurazione qui sotto, presa dal sito di google maps, rappresenta per intero l’estensione del parco della Lunetta Gamberini; un parco a me molto caro, ma dalla mia lontana infanzia lasciato quasi al suo intero degrado e mal utilizzo dello spazio verde pubblico.

Cosa intendo dire, che lo frequentavo più o meno quando andavo a trovare mia nonna materna all’età di circa 8 anni, e ci andavo a pattinare. Mamma che ricordi quelli. Ma oggi alla veneranda età di 40anni quasi compiuti, mi accorco che i cittadini hanno un’area verde che potrebbero amare, visto e considerato che ve ne sono sempre meno, ed aiutare il comune stesso nella gestione del patrimonio; in che modo vi chiederete voi in un modo molto semplice rispettandolo. Il parco è interamente disseminato di bidoncini per i rifiuti, ma come sempre la brutta abitudine degli adulti e dei ragazzini spesso è quella di buttare la carta e qualsiasi altra cosa a terra, piuttosti che fare un passo in più e buttarla nell’apposito cestino, cercando di calpestare il verde il meno possibile nelle giornate di pioggia e nei periodi estremamente secchi, dando in questo modo la possibilità al verde di potersi rigenerare. Ma ormai chi fa un giro alla lunetta oggi vede un parco quasi al declino del degrato ove molti ragazzi si divertono a far graffiti, a rompere oggetti senza alcun motivo solo per il gusto di rompere cose che non gli appartengono credendosi adulti, ma haimè non si rendono conto di essere solo immaturi, e spesso abbandonati a se stessi in quanto i genitori non li accudiscono. La Lunetta poi è un parco che ha un orario ed in questo periodo invernale salvo allenamenti palestre e partite di calcio chiude i cancelli alle 20.00 mentre durante il periodo invernale verso le 23.00. Ma attenzione ad aggirarsi la sera sola soletti in quanto pecca di questo parco è la scarsissima illuminazione pubblica che purtroppo lo rende un parco totalmente inaffidabile. Di recente il parco è stato soggetto dei più svariati atti di vandalismo pure e semplice, da rami di alberi rotti, e non dal decadimento della natura, ma dalla volontà umana, da punti e ritrovi per alcolizzati e spacciatori. Dai graffiti o murales che alcuni abbelliscono ma i writers rovinano… per il momento pubblico queste poche righe ma domani sera metterò più in risalto la storia della lunetta e ciò che ora non è più…

Diego Musiani

Tags: , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Bologna su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





1 commento

  1. ornella scrive:

    io è 5 anni che frequento questo posto e lo visto giorno dopo giorno peggiorare ,atti vandalici denunciati ma poche volte ho visto gli interventi di chi di competenza,sotto gli occhi di minorenni ho visto gente bucarsi ecc…,alla sera con la scarsa illuminazione ci penso 50000 volte d entrare da sola,e poi non ce mai un controllo fisso dei tutori della legge,sono stati smarriti bambini(genitori troppo bravi?)e persone che mal sopportano gli animali e pur di ferirli li bastanano,certo x il comune è un costo tutto,x i tutori (malpagati?)è uno spreco camminare in una parco a piedi…..qua se scappa il morto lo trovano dopo giorni

Lascia un commento